Marine Animal

In Glogpedia

by tonia57
Last updated 2 months ago

Discipline:
Science
Subject:
Environmental Studies
Grade:
6,7,8,9,10

Toggle fullscreen Print glog
Marine Animal

L'inquinamentodei mari

Pacific trash vortex

La dispersione di rifiuti plastici nei mari ha causato, nel corso degli anni, accumuli talmente grandi da essere riconosciuti come vere e proprie isole. La più grande di queste è stata individuata nell'Oceano Pacifico e le sue dimensioni son talmente vaste che può essere paragonata alla penisola Iberica.Gli scienziati l'hanno riconosciuta come il più grande disastro ambientale della storia.

Abbattere il consumo delle plastiche ( non utilizzare contenitori di plastica usa e getta )- Usare sacchetti biodegradabili- Ottimizzare la raccolta differenziata- Aumentare il riciclo delle materie plasticheNON DIMENTICHIAMOCI CHE...Il tempo impiegato dai rifiuti plastici per decomporsi oscilla tra i 100 e i 1000 anni

Impatto ambientale

La plastica

Ogni anno finiscono nel Mar Mediterraneo dalle 150.000 alle 500.000 tonnellate di rifiuti di plastica che si aggiungono alle altre fonti di inquinamento quali: scarichi fognari non depurati, fertilizzanti e pesticidi derivanti dal dilavamento dei terreni, sversamenti di petrolio e di altre sostanze legate al traffico marittimo o all'attività industriale, pesca non sostenibile.

Mare Nostrum

Plastiche e microplastiche sono un pericolo per gli animali marini. Pesci, tartarughe e foche possono ad esempio rimanere impigliati in grossi pezzi di plastica e ferirsi o morire nel tentativo di liberarsi. L’ingestione di piccoli frammenti di plastica inoltre può causare lesioni all’apparato digerente e il trasferimento e l’accumulo delle sostanze tossiche nei tessuti. L’ingestione della plastica riguarda anche gli altri animali che si nutrono di pesci, come gli uccelli e ovviamente l'uomo. Nel caso dell'uomo, alcune delle sostanze chimiche introdotte, come additivi per migliorare le proprietà dei materiali plastici, possono risultare estremamente nocive, come gli ftalati e il bisfenolo A, che sono tossici per il sistema riproduttivo.

La plastica è materiale d’elezione per la produzione di molti oggetti di uso quotidiano (materiali per il confezionamento di bevande e alimenti, tessuti, utensili domestici, materiali da ufficio, giocattoli...). PET, PE, PS, PVC ecc. sono sigle associate alle materie plastiche più diffuse, le quali presentano caratteristiche chimico-fisiche differenti che le rendono adatte ai diversi scopi. Il largo consumo dei materiali plastici deriva dal fatto che sono leggeri, hanno potere isolante, resistono agli agenti chimici e atmosferici, e resistono nel tempo. Tuttavia non sono biodegradabili e possono liberare sostanze tossiche utilizzate nella loro produzione come additivi per migliorarne le caratteristiche.

Soluzioni

Pacific trash vortex


Comments

    There are no comments for this Glog.