Edoardo Sanguineti

In Glogpedia

by GlogLori
Last updated 4 years ago

Discipline:
Language Arts
Subject:
Writers Biographies

Toggle fullscreen Print glog
Edoardo Sanguineti

EDOARDO SANGUINETI(Genova, 1930-2010)

Piangi piangipiangi piangi, che ti compero una lunga spada blu di plastica, un frigoriferoBosch in miniatura, un salvadanaio di terracotta, un quadernocon tredici righe, un’azione della Montecatini:piangi piangi, che ti comperouna piccola maschera antigas, un flacone di sciroppo ricostituente,un robot, un catechismo con illustrazioni a colori, una carta geograficacon bandiere vittoriose:piangi piangi, che ti compero un grosso capidogliodi gomma piuma, un albero di Natale, un pirata con una gambadi legno, un coltello a serramanico, una bella scheggia di una bellabomba a mano:piangi piangi, che ti compero tanti francobollidell’Algeria francese, tanti succhi di frutta, tante teste di legno,tante teste di moro, tante teste di morto:oh ridi ridi, che ti comperoun fratellino: che così tu lo chiami per nome: che così tu lo chiamiMichele.(da Purgatorio de L’Inferno, in Poeti italiani del Secondo Novecento)

PoeticaLe poesie di Sanguineti venivano inizialmente considerate difficili da interpretare, ma in realtà erano caratteristiche delle sperimentazioni linguistiche del “Gruppo 63”.Le sue poesie, sembrano rifarsi alla pittura e alla musica, anche grazie alla tecnica dell’assemblage (una sorta di collage di parole), presa dall’ambito pittorico, per cui gli oggetti acquistano improvvisamente grande rilevanza, diventando simbolo della vita.Dopo Laborintus lo stile del poeta evolve: le sue poesie trattano più spesso non di concetti intellettuali e filosofici, ma di episodi di vita quotidiana, utilizzando anche un linguaggio ironico ricco di giochi di parole.

Sanguineti nasce a Genova nel 1930 da una famiglia della piccola borghesia. A 4 anni la famiglia si trasferisce a Torino, dove Edoardo frequenterà il Liceo classico e si laureerà in Lettere.

Nel 1951 inizia a scrivere una delle sue opere più difficili e famose: Laborintus.

Nel 1963 è tra i fondatori del “Gruppo 63”, un movimento letterario nel quale si sperimentano nuovi modi di scrivere rompendo gli schemi poetici tradizionali (neoavanguardia)

Nel 1965 ottiene la cattedra di Letteratura italiana moderna e contemporanea alla facoltà di Lettere all’Università di Torino.

Dal 1974 al 2000 insegna Letteratura italiana presso l’Università di Genova.Muore nel 2010, a Genova, per un aneurisma.

Ballata delle donneletta da Sergio Rubini

Ritratto della società degli anni ’60, “antenata” della nostra.Le parole del poeta assumono la forma di una lunga enumerazione nella quale l’accumulazione di elementi disparati dà origine a una sorta di inventario della contemporaneita' consumista, di cui emerge soprattutto l’aspetto caotico e privo di senso.


Comments

    There are no comments for this Glog.